Ingredienti:
Per ottenere lievito di acqua fermentata si possono usare i seguenti frutti sia freschi che essiccati: mele, fichi prugne, uva, uva passa, mirtilli, albicocche, pesche, fragole, ananas, cachi oppure olive, peperoni.

200 gr. Di frutta o ortaggio biologico, lavato tagliata in pezzi da 2/3 cm, dove possibile mantenere la buccia
600 gr. di acqua non contenente cloro
Una bottiglia di plastica sterilizzata per uso alimentare
100 gr. zucchero, per frutta molto zuccherina diminuire anche della metà
Temperatura compresa tra i 22 e i 28 gradi. Non esporre al sole

PASSAGGI
Mettere tutti gli ingredienti nella bottiglia chiudere e agitare bene. Lasciare a t.a.
Due volte al giorno, aprire la bottiglia, liberare i gas, richiudere e agitare. Importante questo passaggio x tenere idratata la frutta e evitare le muffe, liberare i gas di fermentazione.
Dopo 4/5 giorni l’acqua dovrebbe essere effervescente come una lattina di Coca. Filtrare l’acqua attraverso un colino in un contenitore di vetro pulito. Riporre in frigo fino all’uso.
Questa acqua si conserva in frigo per un mese, alimentandola con un cucchiaio di zucchero una volta a settimana.


Salve,

Il nostro corso non scade e si sta sempre più arricchendo di contenuti, consigli e immagini interessanti.

Qui di seguito alcuni elaborati realizzati dai corsisti

Il costo del corso è di € 25,00 e come scritto nel post comprenderà la gestione della pasta madre solida e liquida.
Impasto con cui realizzare pane comune (filone o pane tondo) formatura filoncini tipo baguette e ciabatte.
Un file in pdf con la ricetta e il procedimento dettagliato con le varianti per usare i 3 lieviti comunemente più usati: pms lml e ldb
Video delle formature e dell’impastamento.
Qualche cenno sui tagli decorativi al pane.
La video ricetta sarà caricata su un gruppo segreto di Facebook dove verrai inserita/o appena ricevuto il pagamento e dove potrai restare sempre. Confrontarti  con me e con altri corsisti per domande varie e dubbi.
Il pagamento si effettua tramite Paypal , per una mia e tua sicurezza. Paypal garantisce acquisti on line sicuri e tracciabili.
Se non hai un conto Paypal fammene richiesta e ti invierò un link , sempre dal mio conto Paypal e potrai pagare con carta di credito, senza effettuare iscrizioni.

Ti ringrazio per l’interesse
Un caro saluto
Barbara Frangi

Ps: Se deciderai di partecipare ti prego di inviarmi , oltre alla conferma e gli ultimi accordi, Nome e Cognome per intero, Indirizzo, città e cap e codice fiscale per la fattura al seguente indirizzo: officinacruscaurbana@gmail.com

IMPORTANTE: OLTRE AI DATI FISCALI E CONFERMA DOBBIAMO CONOSCERE IL TUO NICKNAME FACEBOOK PER POTERTI INSERIRE NEL GRUPPO

Corso panificazione 1

€25,00

Chef istruttrice pizzaiola

Libera Professionista

partita iva 01602070557

Tel 339 1710810


Salve,
Il costo del corso è di € 25,00 e come scritto nel post comprenderà la gestione della pasta madre solida e liquida. Continua a leggere


Una volta , anzi durante l’ennesima visione del film Il Padrino, mi rimase in testa una risposta che Sonny (James Caan) disse al fratello Michael (Al Pacino).

Michael  lo stava mettendo al corrente che uno dei suoi scagnozzi era malato.

Sonny rispose: ” Non mi importa, se solo respira, portalo qui!”  Continua a leggere


I supplì a Roma sono una istituzione, se si passa davanti ad una rosticceria che li fa buoni non si può fare a meno di entrare e comprarsene uno.  A chi non piace questa particolare delizia tutta romana? Continua a leggere


23031356_10212241782853467_8843340452928965710_nPer ottenere una buona pizza in teglia non è sufficiente una ricetta, per quanto buona possa essere, la storia non finisce li.  Il mio Maestro Pino Arletto ripete continuamente che la pizza si fa sopratutto con le mani. Continua a leggere


Sandra&me ci siamo cimentate con le colombe del maestro Morandin e poi ci siamo chieste: Perchè non proviamo con il salato. Continua a leggere


Per principianti e non. Versione estiva, in inverno raddoppiare o triplicare il lievito.

Continua a leggere


Ho letto molte ricette per realizzare friselle e le preparazioni si equivalgono un po’ tutte. Poi mi sono imbattuta in questa è mi ha convinta, ho solo modificato la quantità di lievito che mi è sembrata eccessiva.  Giusta consistenza, veloce e ottima. Ho voluto provare con l’integrale ma possono essere fatte con semola rimacinata oppure metà farina 0 e metà semola o ancora con metà 0 metà integrale. La ricetta resta la stessa e ringrazio il confratello Ealiel per l’ispirazione. Continua a leggere


Leggerissima e croccante, provatela. Continua a leggere