Non posso darvi la fonte perchè non me la ricordo. Raramente leggo tutte le ricette, non lo dovrei dire ma mi vengono a noia. Preferisco cucinare. 🙂 Per questo cerco sempre di essere molto concisa nelle spiegazioni. Come faccio a memorizzare? Memorizzo l’immagine, leggo, salto i passaggi ovvi e poi faccio di testa mia e quindi non mi sento obbligata a citare nomi o siti e libri. Cambio e stravolgo. Quello che mi colpisce sempre è la presentazione. Vidi questi gattò in vetro e prima degli ingredienti sono andata a recuperare i facsimile da Ikea per metterci qualcosa di buono dentro. Sono fatta cosi, è più forte di me. posso dire che la mia cucina parte dalle presentazioni.

La ricetta…Ingredienti x 4 porzioni

1 kg di patate vecchie o rosse

300 gr di carme macinata, anche mista ( manzo e maiale)

Un cucchiaio di concentrato di pomodoro

4 cucchiai di parmigiano

4 cucchiai di besciamella

una spruzzata di vino rosso

100 gr di latte

Olio EVO

1 cipolla piccola bianca o bionda, come preferite

1 foglia di alloro

2 chiodi di gafano

sale fino e grosso

pepe

Preparazione

Lessate le patate con tutta la buccia in acqua leggermente salata con sale grosso, una volta cotte pelatele e schiacciatele con l’attrezzo apposito. Ponetele in un tegame sul fuoco basso e aggiungete il parmigiano, un goccio di EVO e discorso a parte il latte: ne ho indicato 100 gr ma usatene quel poco per accarezzare le patate. Devono restare piuttosto asciutte e tutto dipende da quanto assorbono, non si può dare una quantità precisa. Quindi, quando questa sorta di purè sarà ben amalgamato, liscio e saporito ma sodo, toglietelo dal fuoco, è pronto. Se necessario aggiustate di sale e se vi piace unite un pizzico di pepe.

Ora prendete un tegame dove unirete olio EVO, la cipolla tagliata a dadini e la carne macinata, fate rosolare il tutto con sale e pepe a fuoco sostenuto, una volta rosolata sfumate con il vino, fatelo evaporare e aggiungete il concentrato di pomodoro sciolto in poca acqua tiepida, ora potete unire i chiodi di garofano e la foglia di lauro. Assaggiate e se occorre sistemare il sale. Fuoco alto e sostenuto, i liquidi devo evaporare, l’intingolo si deve asciugare bene ma con una cottura veloce.

Un trucchetto: Se assaggiando lo sentite aspro aggiungete 2 pizzicate di zucchero, mescolate e togliete dal fuoco.

Imburrate gli stampi, iniziate con le patate, poi la carne pigiando bene, poi patate e cosi via fino a finire gli ingredienti. Potete usare anche un unico stampo e non di vetro. Non date retta a tutte le mie manie. 🙂

Terminate  gli strati con le patate e per ultimo un velo di besciamella e parmigiano. Infornare a 180° finchè non si sarà formata una bella crosticina.

Accompagnate con un buon bicchiere di chianti giovane e una fetta di pane casareccio per completare questa delizia.

Buon Appetito!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: