Corso on line 1


Salve,
Il costo del corso è di € 35,00 e come scritto nel post comprenderà la gestione della pasta madre solida e liquida. Continua a leggere “Corso on line 1”

Focaccia Barese con lievito madre


Una volta , anzi durante l’ennesima visione del film Il Padrino, mi rimase in testa una risposta che Sonny (James Caan) disse al fratello Michael (Al Pacino).

Michael  lo stava mettendo al corrente che uno dei suoi scagnozzi era malato.

Sonny rispose: ” Non mi importa, se solo respira, portalo qui!”  Continua a leggere “Focaccia Barese con lievito madre”

Semola in purezza


Ci vuole un preambolo per la rimacinata, è una farina leggera, è una farina che se non la fate sfibrare troppo con lunghissime lievitazioni riesce bene. Una farina adatta a lievitazioni in giornata che non significa in 3 ore ma in 8/12. Secondo la mia esperienza, meno sbalzi termici sente e meglio è.  Niente frigo ne tanto meno celle di lievitazioe e altre diavolerie simili. Lasciatela lavorare nature… Continua a leggere “Semola in purezza”

Integrale, unico impasto per pane e pizza


Ho usato Caputo blu pizzeria per la biga, se avete la rossa non cambia di molto, usatela.

Se volete un pane ancora più rustico, per la biga usate una tipo1 (Primitiva) o addirittura tutta integrale ma solo se avete petra9 o Uniqua rossa o Primitiva tipo1, con altre farine non garantisco in termini di tempi di lievitazione/maturazione ed estensione/elasticità del gutine per la pizza.

Consiglio sempre di attenersi alle farine indicate per avere un risultato sicuro e sono i seguenti… Continua a leggere “Integrale, unico impasto per pane e pizza”

Ciambella tutta semola con pasta madre


img_2574

Questa ciambella 🍩 di pane è fatta con una semola rimacinata in purezza, facile e buonissima.

Ingredienti:

600g di semola rimacinata

450g di acqua (410 se usate licoli)

100g di pasta madre rinfrescata, oppure 80g di licoli, oppure 4g di ldbs oppure 12g di quello fresco.

2 cucchiaini di zucchero

3 cucchiaini di sale

Con 300 g di semola, la metà dell’acqua e il lievito preparate un prefermento, amalgamate bene e sigillate. Contemporaneamente mettete in autolisi la rimanente farina con la rimanente acqua. Tutto a ta.

Aspettatate che il prefermento raddoppi, a questo punto versate il contenuto delle due ciotole in vasca, aggiungete lo zucchero e iniziate ad impastare a velocità bassa per 5′ poi aumentate leggermente e inserite il sale. Portare ad incordatura.

Trasferite l’impasto sul tavolo e date un paio di pieghe a tre, mettetelo in un contenitore sigillato e aspettate il raddoppio a ta.

Quando sarà raddoppiato ( attenti con la semola , va fuori lievitazione con facilità ed è meglio informare 10′ prima che dopo)  o comunque quando vedete che sta per arrivare accendete il forno a temperatura massima con il pentolino dell’acqua.

ora dovete procedere in questo modo video formatura

una volta formata infornate immediatamente con vapore a temperatura massima per 20′ poi togliete il pentolino, abbassate a 200 per altri 25′ , poi mettete il pane sulla griglia del forno in modo che calore e aria lo asciughino bene e fate andare 10′ ventilato oppure a spiffero.

Licoli Pasta madre liquida (lievito naturale)


yogurt –

farina 0-

acqua-

in un barattolino di vetro con il suo tappo mettete 2 cucchiai di yogurt, 2 di acqua e 2 di farina 0, mescolate e lasciatelo su una mensola della cucina per 48 ore Passate le 48h aprite, annusate se sa di latte e non è acido scuotete e aggiungere 2+2+2 se è acido, toglietene 2 cucchiaini e aggiungete 2+2+2 tappate e lasciatelo così altre 48 ore. Passato il tempo, aprite, annusate ( secondo me profuma di latte ma in caso sapesse di acido toglietene 4 cucchiaini e al resto aggiungete 20g di farina e 20g di acqua, mescolate e lasciatelo in un posto caldo ma da adesso in poi non chiudetelo ermeticamente, copritelo con la pellicola bucherellata, devono entrare aria e batteri. Ripetete l’ultima operazione 2 volte al giorno per 1 giorno o 2. Quando inizia ad essere bolloso e fa tanta schiumetta in superfice, prendete un vaso di vetro più grandicello e mettete 20g di licoli ( il resto buttatelo via) 20g di farina e 20g di acqua, Con una forchetta mescolate bene e lasciate sempre a temperatura ambiente in un posto caldo e riparato. Quando sarà stabile e vedrete che in poche ore si muove (fa bolle in superficie) è pronto, impastate e fate il pane. Da questo momento va in frigo coperto con pellicola vicino alla frutta, sopratutto mele. Quando vi occorre per lievitare prelevate quello che vi serve e lo rimettete in frigo. Dategli nutrimento con pari peso di farina e acqua all’occorrenza ( quando sta per finire oppure ogni 15 gg se non panificate mai 🙂