Grande lievitato salato di Pasqua al formaggio


Sandra&me ci siamo cimentate con le colombe del maestro Morandin e poi ci siamo chieste: Perchè non proviamo con il salato. Continua a leggere “Grande lievitato salato di Pasqua al formaggio”

Pizza di formaggio Pasqualina


Premetto subito che l’originale NON prevede pomodoro, prevede invece uova, strutto e molto altro.L’ho alleggerita senza rovinare il gusto, ho aggiunto pomodoro concentrato per renderla soffice e colorata e non asciutta come spesso accade, ogni morso un bicchere di vino. Volevo sentire il sapore del formaggio da accompagnare con le uova sode e il salame per la colazione di Pasqua ma volevo anche che si sciogliesse in bocca. Ci sono riuscita, il gusto è lo stesso ma questa è una nuvola. 500g di farina 0
70g di licoli ben rinforzato oppure 5g di lievito secco di birra
Acqua QB
100g di concentrato di pomodoro
5 cucchiaiate abbondanti di parmigiano
100g di pecorino romano tagliato a dadolini
Mezzo bicchiere di olio di girasole
poco salepepe a piacere
Uovo battuto per spennellare
Farina nella solita ciotola, al centro il lievito. Sia licoli o ldb, concentrato di pomodoro, parmigiano, olio, due pizzichi di sale e una macinata di pepe a piacere.Iniziate ad impastare e aggiungete acqua a filo fino ad ottenere un panetto morbido e non troppo appiccicoso.Lavoratelo qualche minuto sul tavolo e rimettetelo in ciotola sigillata da pellicola a lievitare dalle 12 alle 24 ore a temperatura ambiente. Il mio con 70g di licoli ci ha messo 12 ore a strabordare, comunque aspettate che raddoppi e oltre. Quando è lievitato preparate lo stampo, ungete il fondo e infarinatelo un pò, per sicurezza. Riprendete l’impasto, sgonfiate delicatamente, eseguite una o due pieghe a tre e formate con piega a fiore distribuendo la dadolata di pecorino, pirlate e mettetelo nello stampo con la chiusura a contatto del fondo. oliate la superfice e risigillate lo stampo con pellicola, mettetelo al caldo e….dimenticatelo, deve raddoppiare. Quando è il momento accendete il forno a 200, pennellate la superficie con uovo battuto e lasciatela un pò scoperta finchè il forno arriva a temperatura.Infornate per 35/45 minuti. i primi 20 con un pentolino di acqua sul fondo del forno, come per il pane, la volevo alta e soffice e il vapore aiuta, i rimanenti senza pentolino. Una bontà 🙂

Torta di di ricotta e visciole ricetta tipo Boccione al ghetto.


_7__officina__cruscaurbana_panclub
La ricetta raccontata

La frolla:

375g di farina 00

200g di burro freddo di frigo

150g di zucchero semolato

4 tuorli

Sabbiare farina e burro nel mixer, aggiungere i tuorli uno alla volta e lo zucchero, versare sul tavolo, lavorare leggermente con la punta delle dita, sigillare e mettere 30’in frigo

Il ripieno:

200g di marmellata di visciole o amarene

500g di ricotta di pecora

150g di zucchero

1 uovo intero

3 cucchiai di liquore ( amaretto-rum)  *opzionale

Mescolare ricotta, zucchero, uovo e liquore.

Con 2 terzi della frolla ricavare un disco e foderateci una teglia tonda da 28 anche i bordi.

Sul fondo distribuite la marmellata e poi tutta la ricotta.

Con la restante frolla ricavate un disco più piccolo che va a coprire l’intera torta, chiudete con i bordi del disco sottostante. Spennellate con tuorlo e infornate a 200 per 50′

Salva